SAN VALENTINO A PARIGI. UNA MINIGUIDA PER GIORNI ESCLUSIVI

View Gallery
6 Photos
SAN VALENTINO A PARIGI. UNA MINIGUIDA PER GIORNI ESCLUSIVI
GGARDNER-3666-HDR

GGARDNER

SAN VALENTINO A PARIGI. UNA MINIGUIDA PER GIORNI ESCLUSIVI
Bar Josephine

Bar Josephine

SAN VALENTINO A PARIGI. UNA MINIGUIDA PER GIORNI ESCLUSIVI
Bristol_260812_2747_print

Bristol

SAN VALENTINO A PARIGI. UNA MINIGUIDA PER GIORNI ESCLUSIVI
Saint Germain

Saint Germain

SAN VALENTINO A PARIGI. UNA MINIGUIDA PER GIORNI ESCLUSIVI
Café Antonia _ Le Bristol Paris 3

Cafè Antonia

SAN VALENTINO A PARIGI. UNA MINIGUIDA PER GIORNI ESCLUSIVI
2017-2261

Recarsi a Parigi, passeggiare tra le sue tortuose strade acciottolate, la maestosa architettura color miele, la cultura di fama mondiale e i caffè caratteristici, è sempre un’esperienza d’amore.

E dopo la riapertura dell’Hotel Lutetia , il Rive Gauche sta vivendo un rinascimento, segnando un nuovo capitolo chic del passato storico della zona.

Sorto come un transatlantico da Boulevard Raspail, l’ Hotel Lutetia è un’istituzione parigina secolare. In occasione dell’elegante rinascita del famoso Rive Gauche di Parigi, il famoso hotel ha riaperto l’estate scorsa dopo un rinnovamento di quattro anni. Combinando le originali caratteristiche Art Nouveau e Art Deco con mobili e finiture contemporanee, gli interni sono incontaminati. Goditi un drink nel magnifico Bar Joséphine , che presenta un affresco Art Nouveau del 1910 recuperato dal pavimento al soffitto, mentre i bagagli vengono portati via nella tua camera da uno staff estremamente attento. Decorate con ricchi colori blu o beige, le camere sono eleganti con lampade in vetro di Murano, pavimenti in parquet scuro e letti enormi; mantenendo le cose in modo soddisfacente contemporaneo, i piccoli tablet montati a parete – questo non è un hotel per gli avversari tecnologici – sono montati ovunque per controllare tutto dalle luci, tende e temperatura.

Una nuotata nella lunga piscina rivestita in marmo – che offre scorci del vivace viale esterno – è un modo virtuoso per iniziare la giornata, permettendoti di sfruttare al meglio la colazione a buffet, che include una vasta gamma di formaggi tra cui pungenti trucioli di tête de moine , accanto a salumi, frutta e pasticcini burrosi; i chaussons aux pommessono un must.

L’opulenza della vecchia scuola è ancora saldamente rigida nell’eleganteLe Bristol Paris . Risplendente di lampadari a bracci, pesanti arazzi e pavimenti in marmo lucido, Le Bristol è tanto intramontabile e signorile quanto accogliente, con uno staff cordiale e un gatto birmano residente, che spesso si trova dormendo su una poltrona di velluto nella hall. Ogni dettaglio viene esplorato: madeleine fresche al limone condite con foglia d’oro e un vassoio d’argento di cioccolatini fatti a mano nelle camere sono un benvenuto premuroso, gli armadi a specchio sono capienti e le camere affacciate sulla strada con balcone sono arredate con un tavolo e sedie per il caffè del mattino con vista sulla Torre Eiffel. In bagno, i prodotti Bamford e un cuscino per la testa ricamato nella vasca in marmo rendono il bagno perfetto.

La colazione a Le Bristol è perfetta per un re. Se hai tempo per una piacevole mattinata, ordina il servizio in camera per piatti di uova strapazzate cremose e toast o uova al tartufo benedetto, un cesto di viennoiseries e una spessa tazza di cioccolata calda all’ancienne .

Cenare a Parigi è sempre una forma di arte. Nel ristorante Le Saint Germain di Lutetia , i commensali siedono inondati di luce colorata e chiazzata dalle opere d’arte luminose create dall’artista Fabrice Hyber che adorna lo storico soffitto di vetro. Assapora deliziosi piatti come il sorprendente oeuf 63 ° – che prende il nome dalla temperatura apparentemente perfetta per cucinare un uovo – che è nero come l’inchiostro con tartufo e funghi sotto un’ariosa emulsione di agrumi, o lombo di agnello arrosto delicato con note di fiori d’arancio e limone candito polenta.

Vale la pena fare una passeggiata sugli Champs-Elysées, quando viene ricompensato da un pranzo da Fouquet . Vestito con tonalità scure e ricche e morbidi velluti e con l’aria di un club privato, è uno dei luoghi preferiti dai politici e dalle celebrità francesi. Pranza nell’omonimo ristorante dell’hotel per una classica cucina francese fatta bene. Oppure, se il tempo è bello, chiedi un tavolo in giardino al ristorante Le Joy – che riapre dopo i lavori di ristrutturazione in aprile – e cenare su leggere scodelle di tonno lavate con un bicchiere di Veuve Clicquot.

Il tè pomeridiano nel sontuoso Café Antonia a Le Bristol è un affare delizioso. Piatti torreggianti di deliziosi sandwich di pane tostato che esplodono con ripieni come vitello con rucola, pomodori secchi con tzatziki e melanzane, o pollo, uova, insalata e pomodoro vengono accompagnati da torta di frutta e delicate torte francesi, tra cui la tradizionale purea di castagne e la meringa montblanc . E, con oltre 12 tè pregiati nel menu, dal profumato tè verde al gelsomino alle miscele con note di lavanda o castagna tra cui scegliere, ogni birra è eccezionale quanto i dolci.

Certo, potresti fare un tuffo nel Musée d’Orsay  per bere in meraviglie impressioniste o visitare la Gioconda al famigerato Louvre, ma per entrare nella pelle di un dipinto non puoi battere l’ Atelier des Lumières  – Parigi primo museo digitale di belle arti, che esporrà il suo secondo installement di arte immersiva prodotto da Culturespaces –  Van Gogh, La Nuit Etoilée fino al 31 dicembre. Combinando elementi visivi panoramici su larga scala con la musica, la mostra trasporta i visitatori “all’interno” dell’opera dell’artista.

Situato nel cuore di Saint-Germain, il grande magazzino estremamente raffinato Le Bon Marché  è la destinazione per lo shopping definitiva.Scegli marchi come Hermès, Mary Katrantzou e Jacquemus e scopri gemme come Aurelie Bidderman, Alice Balas e La Prestic Ouiston . Se la spesa è nella tua lista, la porta accanto è Le Grand Epicerie de Paris, dove puoi prendere qualsiasi cosa, dai macarons dai colori gioiello ai foie gras al tartufo nero del Périgord.

Il benestante gentiluomo potrebbe preferire Matthew & Cookson , che presenta pantofole di velluto ricamate con qualsiasi cosa, dagli emoji gialli alle bandiere e ai bicchieri da cocktail. Oppure, se preferisci gli arbusti alle scarpe, Le Prince Jardinier  in rue du Bac è un must. Accumulato con libri di giardinaggio illustrati e cesoie, è un tesoro verdeggiante.

Print Friendly, PDF & Email
Mostra social
Nascondi social