Paolo Roversi brilla nel suo Studio Luce. La mostra fotografica a Ravenna

View Gallery
4 Photos
Paolo Roversi brilla nel suo Studio Luce. La mostra fotografica a Ravenna
Paolo Roversi

Photo by Alex de Brabant

Paolo Roversi brilla nel suo Studio Luce. La mostra fotografica a Ravenna
Paolo Roversi

Studio Luce

Paolo Roversi brilla nel suo Studio Luce. La mostra fotografica a Ravenna
Paolo Roversi

Studio Luce

Paolo Roversi brilla nel suo Studio Luce. La mostra fotografica a Ravenna
Paolo Roversi

Kate Moss

270 fotografie compongono la più grande antologica mai dedicata a Paolo Roversi. A ospitarla è il Mar di Ravenna dal 10 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021.

Paolo Roversi è uno dei più importanti fotografi italiani. Un fine interprete della moda capace di creare atmosfere dalla forte carica emotiva. La mostra Paolo Roversi – Studio Luce, a cura di Chiara Bardelli Nonino e con le scenografie di Jean-Hugues de Chatillon costituisce un’occasione unica per conoscere a fondo il lavoro del grande fotografo ravennate. Un’icona nel mondo della moda, tanto che l’esposizione vanta anche il prezioso contributo di Christian Dior Couture, Dauphin e Pirelli.

Dal 1973 Paolo Roversi lavora a Parigi nel suo atelier in Rue Paul Fort (lo Studio Luce che dà il titolo alla mostra). Qui negli anni collabora con Christian Dior, Giorgio Armani, Valentino, Yves Saint Laurent, Alberta Ferretti, Hermes, Pomellato, Givenchy, Guerlain, Comme des Garçons e Yohji Yamamoto. Eppure Ravenna rimane impressa nel suo immaginario e ritorna sempre, in qualche modo, nella sua produzione.

Per questo i tre piani di allestimento della mostra procedono per accostamenti e sovrapposizioni sorprendenti. Si parte dalle prime fotografie di moda e i ritratti di amici e artisti come Robert Frank e Peter Lindbergh, che si alternano a still life di sgabelli raccolti in strada e immagini che ritraggono la Deardorff, macchina fotografica con cui Roversi scatta da sempre.

La seconda sezione è quasi interamente dedicata ai nudi, con le due serie parallele dei “nudi bianchi” e dei “nudi neri”. Questa culmina poi nei lavori più recenti, come gli scatti per il calendario Pirelli 2020 o quelli per le ultime campagne di Dior e Comme des Garçons.

In occasione del settecentesimo anniversario della morte di Dante, è presente un’ampia selezione di scatti provenienti dall’archivio dell’artista che celebrano e reinventano la figura della “musa”, un rimando ideale alla Beatrice della Divina Commedia, qui interpretata in chiave contemporanea da donne iconiche come Natalia Vodianova, Kate Moss, Naomi Campbell e Rihanna.

Print Friendly, PDF & Email
Mostra social
Nascondi social