Tommaso Spadolini racconta il nuovo custom made sul mare

Tommaso Spadolini - M/Y Crowbridge - Ph Courtesy Cantiere delle Marche

Architetto e design eclettico dallo stile sofisticato, con una sconfinata passione per il mare. Con la sua creatività ha dato vita a più di 200 imbarcazioni e oggi, Tommaso Spadolini, racconta in prima persona la nuova fatica del Cantiere delle Marche. L’ultimo yacht custom made di 42 metri M/Y Crowbridge.

Tommaso Spadolini racconta in prima persona il nuovo M/Y Crowbridge.

“Questo yacht è stato realizzato per armatori molto esperti con i quali ho già lavorato diverse volte in passato, anche se sempre su scafi plananti. Questa volta hanno deciso di optare per uno yacht dislocante custom per esigenze di famiglia e per navigare nel massimo comfort.

Crowbridge raggiunge una velocità massima di 15 nodi e una velocità economica di crociera di 10 nodi. Questo ha comportato un cambio di mentalità da parte degli armatori, abituati a navigare velocemente a 25 nodi. In compenso, con un baglio di 8,5 metri, questo explorer ha molto più spazio e la sua prua tonda con bulbo permette di affrontare condizioni meteorologiche che costringerebbero in porto uno yacht planante”.

Uno Yacht che tra le sue particolarità vede la presenza di sei cabine ospiti ensuite sul ponte inferiore.

Come continua il designer:

“Abbiamo lavorato a stretto contatto con lo studio Hydro Tec di Sergio Cutolo per massimizzare i volumi interni e, per quanto riguarda la sovrastruttura, siamo riusciti a ottenere il perfetto compromesso tra layout interno e dimensioni e posizionamento delle grandi finestrature. Una richiesta inusuale è stata quella di avere a bordo sei cabine ospiti ensuite sul ponte inferiore – tre cabine doppie per i figli dell’armatore e tre cabine gemelle per i nipoti – che raramente si vedono su yacht di questa dimensione.

Senza dubbio, il fulcro dello yacht è la sua grande cucina sul ponte principale, dove si concentra gran parte della vita familiare di bordo. Una cucina ben equipaggiata, con frigoriferi e freezer per le lunghe navigazioni e un montavivande collegato al ponte superiore. La famiglia ha preferito, sul main deck, un salone tradizionale e una sala da pranzo, ma ha chiesto espressamente un identico tavolo da pranzo estendibile a poppa dell’upper deck. Il sundeck comprende una vasca idromassaggio di acqua salata, un bar e una piccola lounge; il resto è dedicato all’abbronzatura con grandi e confortevoli divani. La vasca puòessere riempita a metà così da poter essere utilizzata dai bambini anche quando in navigazione. Il design originale prevede un garage per il tender con alaggio laterale a poppa, ma dopo un’attenta riflessione gli armatori hanno deciso di alloggiare il tender a poppa del ponte superiore e di dedicare il garage ai giochi come le due derive, Optimist e Laser, che possono essere messe in acqua dalla scalinata centrale di poppa”.

“Sono certo che questa famiglia trascorrerà momenti indimenticabili a bordo.”

 

Print Friendly, PDF & Email
Facebookinstagram

redditpinterestmail
Mostra social
Nascondi social