Art Thou: il risveglio emotivo di una nuova generazione di creativi

View Gallery
1 Photos
Art Thou: il risveglio emotivo di una nuova generazione di creativi
artthou-kmfxjudr-2021-09-17

Come immaginano il mondo che verrà i creativi della nuova generazione? Ce lo racconta Art Thou, la nuova pubblicazione di Polimoda a cura di Massimiliano Giornetti e della faculty della scuola che, per la prima volta in 35 anni, raccoglie i migliori lavori degli studenti e diplomati dei corsi di fashion design, fashion styling e art direction dell’anno accademico 2020/2021.

Le immagini che raccontano il nuovo mondo di questi giovani talenti sembrano balzare fuori dalle pagine del volume, impazienti di farsi conoscere: si sente l’urgenza di tornare a vivere, di riscoprire la socialità, dopo un periodo complicato e incerto in cui le energie sono rimaste in gran parte inespresse.

È un risveglio emotivo e creativo di cui i giovani sono i veri protagonisti, i “blooming flowers”, come scrive Sara Sozzani Maino nella prefazione di Art Thou. Una rinascita qui rappresentata dal mito di Persefone, che dà il titolo a uno dei dieci capitoli in cui è strutturato il libro. Capitoli che, giocando per contrasti, riflettono topic legati all’attualità (la diversità, l’inclusività, l’identità, la competitività del fashion world), con richiami alla mitologia, alla tecnologia, ai social network, riflettendo la complessità e le contraddizioni di un mondo in cui spesso le nuove generazioni non trovano spazio. Ciascun capitolo-contenitore ospita le immagini, i frammenti poetici, i disegni, le fotografie, le stampe, le creazioni di moda, i moodboard che illustrano le nuove visioni dello styling, dell’art direction e del fashion design.

La moda, quella creata e poi indossata, ma anche quella fotografata, illustrata e proposta dalle pagine delle riviste o in passerella, non è solo il modo in cui ci si presenta al mondo ma è anche un incoraggiamento a essere sempre se stessi, uno dei capisaldi di Polimoda. Le modalità espressive, i pensieri, le pulsioni dei giovani creativi tracciano percorsi multiformi, unici, originali in cui a volte si individuano tratti comuni nella rappresentazione del corpo, del viso, degli abiti. In alcuni shooting il volto di modelle e modelli resta nascosto, per focalizzare l’attenzione sull’abito. A volte è coperto da una scatola, da plastica colorata, da una cuffia arricciata, o da una maschera in tessuto che ne riproduce i tratti: come non pensare alle mascherine che abbiamo imparato a usare negli ultimi mesi? Per contrasto, altrove, in foto e disegni, il volto è esibito, truccato, esasperato, espressivo, modificato digitalmente.

Gli abiti ideati e fotografati dalle nuove leve della creatività globale sono spesso voluminosi, “informi”, volutamente non finiti e provvisori (come il momento che stiamo vivendo?), nascondono le forme del corpo e rendono il genere di chi li indossa non identificabile, e quindi poco rilevante. Le spalle oversized e imbottite di certi vestiti sembrano volersi riprendere il proprio spazio nel mondo, un corpetto in pelle intrecciato si trasforma in elemento protettivo, i tessuti manipolati con maestria, si sovrappongono, si stratificano, diventano estensione del corpo o sono oggetto di uno scrupoloso e autentico upcycling. In altri progetti di styling e art direction il corpo non è più costretto, ma finalmente libero e liberato, a volte nudo, anche se coperto di vernice, rannicchiato o raccontato da versi poetici e intimi, pensieri che esprimono i dubbi e le incertezze di questa generazione. L’ambiente circostante diventa territorio da esplorare, la natura è un mondo da conoscere, protagonista di illustrazioni e stampe, o solo accennata in applicazioni di farfalle o fiori su capi sartoriali.

Art Thou illustra le innumerevoli manifestazioni del talento individuale, istintivo e puro, che vanno ad abbracciare e ispirare tutta la community della moda: un contributo prezioso alla collettività, un’occasione di riflessione e di ricerca sulle nuove idee, di cui la moda non smetterà mai di nutrirsi. Al centro resta sempre l’espressione di sé, “la più grande delle virtù”, scrive Massimiliano Giornetti nella prefazione del libro. Contro ogni omologazione. “Art thou?”, ovvero “Sei tu?”, è un invito a conoscere se stessi e a esprimere il proprio mondo interiore senza paura e in piena libertà.

Art Thou è un libro da cui lasciarsi ispirare per creare, conoscere, intuire il futuro della moda e delle tendenze emergenti.

Print Friendly, PDF & Email
Mostra social
Nascondi social