Savoir-faire sostenibile

View Gallery
6 Photos
Savoir-faire sostenibile
Flacon- Verre froid (tri) (2)

Savoir-faire sostenibile
Tri du cabochon

Savoir-faire sostenibile
file00038

Savoir-faire sostenibile
file00039

Savoir-faire sostenibile
Sortie du cabochon

Savoir-faire sostenibile
Flacon - Verre froid (tri) (4)

Per celebrare i suoi cento anni, Chanel N°5 indossa un nuovo abito, intessuto con maestria all’insegna dell’eccellenza e della sostenibilità. Il primo flacone realizzato in vetro riciclato non rinuncia però a quella purezza, quella brillantezza e trasparenza incomparabili, che ricordano il cristallo

Capolavoro olfattivo che aprì la strada alla profumeria moderna, N°5 è l’espressione di un successo ineguagliabile, ma anche una favolosa storia di autodeterminazione. Nel 2021, per i 100 anni di celebrità di questo profumo divenuto leggenda, Chanel ha immaginato una collezione di creazioni esclusive in edizione limitata. Per la prima volta il flacone è realizzato in vetro riciclato, senza però perdere quella brillantezza iconica che l’ha reso oggetto del desiderio universale.

L’equipe di Pochet du Courval, società insignita del marchio EPV (Enterprise du Patrimonie Vivant) e Chanel hanno unito i rispettivi savoir-faire per ripensare la lavorazione del vetro nell’ambito di un’iniziativa comune per lo sviluppo sostenibile. «Il nostro obiettivo era lo sviluppo di un vetro riciclato di altissima qualità che rispondesse ai requisiti di eccellenza e di creatività della maison Chanel» spiega infatti Pochet. Il risultato di questa collaborazione è virtuoso sotto più punti di vista, perché promuove l’economia circolare, riduce l’utilizzo di risorse naturali e limita le emissioni di carbonio, pur preservando l’estetica del profumo iconico. «In media per 1 milione di flaconi prodotti con il vetro riciclato di nuova generazione risparmiamo oltre 25 t di materie prime vergini», ha aggiunto Pochet.  La creazione di questo flacone si è rivelata una vera e propria sfida tecnologica, perché la sua trasparenza cristallina si basa sulla purezza della materia prima utilizzata. Non tutti i vetri hanno la stessa composizione, che cambia a seconda dell’uso. Il vetro utilizzato per la profumeria, ad esempio, è più trasparente e più brillante quindi il processo di riciclaggio ne potrebbe alterare la qualità. Di conseguenza, per padroneggiare ogni fase della catena di valore, è stato messo a punto un processo industriale innovativo per garantire un vetro riciclato di alta qualità. Anche il packaging è stato ridisegnato: realizzato in carta biodegradabile, e sensuale al tatto e avvolge fedelmente la silhouette del leggendario flacone.

L’edizione limitata di N°5 Eau de Parfum, nel formato dal 100 ml, beneficia di un’innovazione che sarà progressivamente estesa agli altri profumi Chanel a partire dal 2022. Questo progetto rientra nel percorso di collaborazione a lungo termine tra le due maison volto a collocare la sostenibilità nel cuore della ricerca dello sviluppo dei prodotti Chanel.

Print Friendly, PDF & Email
Mostra social
Nascondi social