L’arte e il vino muovono il mondo e si incontrano a Venezia

Un connubio perfetto, quello tra arte e vino che troviamo in occasione della 79° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, con un evento speciale dove  si incontrano l’arte del Canova e l’essenza del Prosecco DOC nel nuovo corto cinematografico Genius Moves The World . Un omaggio di Prosecco DOC  per il bicentenario della morte di Antonio Canova presentato  a bordo di una tipica imbarcazione della Serenissima.

Un viaggio multisensoriale dove  lo spettatore è trascinato nel cuore del ‘700 veneto per rivivere le atmosfere  nei quali Canova si muoveva, immaginando nuove forme per la sua arte e rivelando una   ricercatezza che si può associare  alla ricerca del gusto di un calice di bollicine di Prosecco DOC , una fratellanza tra la mano che scolpisce il marmo e quella  che lavora la vigna.

Il racconto prende vita attraverso i tre protagonisti: il giovane Antonio Canova interpretato da Michele Piccolo, la statua di Ebe impersonificata da Virna Toppi, prima ballerina del Teatro alla Scala di Milano e il cantiniere di Prosecco DOC rappresentato da Andrea Offredi.

Il film è firmato dal regista Carlo Guttadauro, che commenta: “non si tratta di un documentario, ma di un viaggio immaginifico senza i vincoli di una sceneggiatura stringente, girato con la libertà che il Canova ha inseguito tutta la vita, capace di mettere d’accordo scultura, musica e danza”.

Se l’arte può muovere il mondo, sicuramente  la danza della prima ballerina del Teatro alla Scala di Milano, riesce a trascinare in una storia fantastica che racconta l’ impegno e la passione di un vignaiolo che raccoglie i suoi frutti e li ritrova in una bottiglia.  Del resto, gustare un buon vino, come ammirare un’opera d’arte, stimola immaginari che trascendono spazio e tempo proiettandoci in altri mondi.

“Siamo onorati e orgogliosi di condividere con il sommo Maestro Canova le stesse origini trevigiane, umili ma dalle immense potenzialità. Qualità che Antonio Canova è riuscito a valorizzare esaltando la bellezza della semplicità tanto da farla apprezzare in tutto il mondo. Ancora oggi, come allora, le sue opere di rara eleganza costituiscono l’emblema di un’espressione artistico-culturale di grande ispirazione, riconducibile a
un territorio straordinario ed unico al mondo” commenta il presidente del di tutela della DOC Prosecco Consorzio Stefano Zanette.

A completare la rappresentazione , troviamo l’edizione speciale della bottiglia limited edition “Canova Gloria Trevigiana” destinata alla omonima Mostra ospitata dal Museo Bailo di Treviso. Un’etichetta omaggio alla storia e alla poesia dell’arte classica di Antonio Canova, che raffigura una delle emblematiche opere del gruppo Amore e Psiche Stanti, le cui lineerichiamano le forme morbide della bottiglia di Prosecco DOC.

Print Friendly, PDF & Email
Facebookinstagram

redditpinterestmail
Mostra social
Nascondi social