Le principesse di Chanel sono PUNK!

View Gallery
5 Photos
Principesse Chanel Punk - Haute Couture
Le principesse di Chanel sono PUNK!
Principesse Chanel Punk - Haute Couture

Source: Principesse Chanel Punk - Haute Couture
Principesse Chanel Punk - Haute Couture
Le principesse di Chanel sono PUNK!
Principesse Chanel Punk - Haute Couture

Source: Principesse Chanel Punk - Haute Couture
Principesse Chanel Punk - Haute Couture
Le principesse di Chanel sono PUNK!
Principesse Chanel Punk - Haute Couture

Source: Principesse Chanel Punk - Haute Couture
Principesse Chanel Punk - Haute Couture
Le principesse di Chanel sono PUNK!
Principesse Chanel Punk - Haute Couture

Source: Principesse Chanel Punk - Haute Couture
Principesse Chanel Punk - Haute Couture
Le principesse di Chanel sono PUNK!
Principesse Chanel Punk - Haute Couture

Source: Principesse Chanel Punk - Haute Couture

Il fotografo Mikael Jansson cattura l’essenza dell’Haute Couture 2020/21 di Chanel: un mondo di principesse punk vestite di taffettà, cappelli, piume e super gioielli. Esagerate e stravaganti, con una voglia di vivere infinita. Ballano libere, catapultate a Le Place, l’iconico “Studio 54” di Parigi.

Creazioni ispirate al mood irriverente di Karl Lagerfeld e Mademoiselle, in un nuovo omaggio di Virginie Viard: le principesse di Chanel sono Punk!

Rianne Van Rompaey e Adut Akech sono le princess anticonformiste di questa collezione Chanel Haute Couture. Scattate e riprese dal fotografo e regista svedese Mikael Jansson, incarnano l’essenza del pensiero della direttrice creativa di Chanel, Virginie Viard che confida: “Stavo pensando a una principessa punk che esce da “Le Palace” all’alba. Questa collezione è più ispirata a Karl Lagerfeld che a Gabrielle Chanel. Karl sarebbe andato a “Le Palace”, avrebbe accompagnato queste donne molto sofisticate e molto eccentriche”.

I trenta look della collezione Haute Couture Autunno-Inverno 2020/21 sono contrassegnati da un desiderio di opulenza e gioielli luccicanti.

Alcuni abiti sono persino accompagnati da gioielli delle collezioni di alta gioielleria Chanel. “Volevo complessità, raffinatezza”, afferma Virginie Viard. Principesse punk in assoluto.

Una collezione davvero completa che non manca della maestria di tutti i Métiers d’art di Lesage e Montex, così come Lemarié e Goossens – gli esperti artigiani e collaboratori di Chanel – che hanno contribuito ai preziosi tweed arricchiti da paillettes, strass, pietre e perline.

Abiti dal fascino  sublime,  molto Grand Siècle ispirati ai tableaux del XIX secolo. “È vero che ho pensato ai dipinti, ma erano più dipinti tedeschi”, aggiunge Virginie Viard. “Avevo davvero in mente il mondo di Karl …” Le tonalità del nero e del grigio antracite sono illuminate da lampi di rosa. I lacci dipinti arricchiscono le giacche bolero insieme ai tweed realizzati con nastro striato d’argento; una giacca dalla vita interamente smock è indossata su stivaletti affusolati in pelle scamosciata nera, il segno estremo di un romanticismo ultra-rock. “Per me, Haute Couture è romantica per la sua stessa essenza. C’è così tanto amore in ognuna di queste sagome”.

Print Friendly, PDF & Email
Mostra social
Nascondi social