La nuova idea di artwork secondo Maison Valentino, Robert Del Naja e Mario Klingemann

View Gallery
2 Photos
Mario Klingemann Code Temporal Maison Valentino
La nuova idea di artwork secondo Maison Valentino, Robert Del Naja e Mario Klingemann
Mario Klingemann Code Temporal Maison Valentino

Mario Klingemann Code Temporal Maison Valentino

Source: Mario Klingemann Code Temporal Maison Valentino
ROBERT DEL NAJA Code Temporal Maison Valentino
La nuova idea di artwork secondo Maison Valentino, Robert Del Naja e Mario Klingemann
ROBERT DEL NAJA Code Temporal Maison Valentino

ROBERT DEL NAJA Code Temporal Maison Valentino

Source: ROBERT DEL NAJA Code Temporal Maison Valentino

Insegnare il sofisticato processo artigianale dell’haute couture a un’intelligenza artificiale è un esperimento emozionale! Ecco il nuovo progetto artistico e culturale lanciato da Maison Valentino.

Dopo il successo della sfilata / performance organizzata da Maison Valentino per il lancio della nuova collezione di Haute Couture SS21, il marchio ha presentato CODE TEMPORAL di Robert Del Naja (artista e frontman dei Massive Attack), sotto forma di una nuova opera d’arte audiovisiva. Del Naja ha lavorato con l’artista neurale Mario Klingemann ‘per insegnare’ a un’intelligenza artificiale il processo di lavoro dell’Haute Couture. Per tre mesi l’IA è stata ‘alimentata’ con video di making of realizzati negli Atelier Valentino di Roma. Attraverso il filtro sintetico dell’intelligenza artificiale, emerge l’aspetto emotivo della Couture, la celebrazione e valorizzazione della qualità umana: un codice che si rigenera all’infinito rimanendo senza tempo.

Che cosa rappresenta CODE TEMPORAL, una nuova opera d’arte audiovisiva di Maison Valentino?

Code Temporal è il film artwork – continuazione della sperimentazione di Del Naja con l’artista Mario Klingemann, che lavora con l’intelligenza artificiale, dalla quale sono emerse forme nella sfilata dal vivo “Mezzanine XXI” e nell’EP del 2020 “Eutopia”. 

Il lavoro esplora il processo stesso della collezione di Haute Couture, giocando con simmetrie tra i sistemi appresi e la trasgressione umana, e la spontaneità dell’apprendimento automatico. Con uno script fatto di brani assemblati come un collage, l’opera è stata filmata e osservata da algoritmi di apprendimento automatico montati spontaneamente da reti neuronali addestrate da Klingemann. Le immagini girate durante la meticolosa creazione della nuova collezione a Roma – informazioni sul making of della collezione stessa, i volti delle sarte e la fotografia time-lapse del work in progress sul manichino sartoriale – diventano tutte sequenze algoritmiche elaborate e scandite da una nuova musica grazie alla macchina.

Il codice temporale di questo processo della Couture diventa una narrativa digitale nella collaborazione con Del Naja: un documento completo e a sé stante del lungo processo dell’Atelier, che è culminato nella sfilata di moda di Roma, alla Galleria Colonna, Sala Grande.

Il mondo creativo di Robert Del Naja.

Robert Del Naja è un artista, musicista e attivista conosciuto soprattutto come uno dei fondatori dei Massive Attack, per essere stato pioniere di tecniche di street art e per le innovazioni multidisciplinari nell’uso della visualizzazione dei dati e della tecnologia dell’IA, applicate ai campi dell’arte, della musica e del documentario.

Chi è Mario Klingemann?

Kilingemann è un artista che usa gli algoritmi e l’intelligenza artificiale per creare ed esplorare sistemi. È particolarmente interessato alla percezione umana dell’arte e della creatività, e compie ricerche sui metodi con cui le macchine possono ottimizzare o emulare questi processi.

Print Friendly, PDF & Email
Mostra social
Nascondi social