Il marchio del lusso apre una boutique a Genova nel palazzo progettato dall’architetto Coppedè

Chiara Boni apre una boutique in franchising a Genova con Daniela Magnan. La nota imprenditrice cha ha fondato il marchio, nonché store multibrand, “L’ultima volta che vidi Parigi”. Un negozio di ricerca, ispirato al celebre film degli anni ’50 interpretato da Elizabeth Taylor. Avviato con l’intento di recuperare il concetto della femminilità dagli anni ’20 ai ’50.

Genova è da tempo una delle piazze italiane sensibili allo stile iper femminile della maison. La Magnan da anni ospita il mondo CHIARA BONI La Petite Robe nel suo storico multibrand nel cuore del capoluogo ligure. Ma con questa nuovo opening il marchio rafforza la sua presenza sul mercato.

Questa in Liguria è un’altra tappa importante dell’espansione italiana di CHIARA BONI La Petite Robe, che va ad aggiungersi a quella delle boutique di Milano, Roma e Firenze.

“Aprire un franchising a Genova è stata una scelta naturale: un mercato per noi molto importante sulla scena italiana. Era da un po’di tempo che le clienti liguri aspettavano uno spazio dedicato totalmente alle Collezioni CHIARA BONI La Petite Robe” afferma l’Amministratore Delegato Maurizio Germanetti.

La nuova insegna fa il suo ingresso in via XX Settembre 119/R, una delle principali arterie del centro città, all’interno di uno dei palazzi progettati ai primi del ‘900 dall’Architetto Coppedè.

Coppedè è stato un eclettico artista. Inserito tra nomi più noti dello stile Liberty. Famoso non solo per i palazzi di Genova ma anche a Roma per il caratteristico gruppo di case (noto come Quartiere Coppedè) tra via Tagliamento e piazza Buenos Aires.

Nella nuova boutique a Genova, contraddistinta da spazi luminosi, saranno in vendita tutte le collezioni CHIARA BONI La Petite Robe a partire dalla SS21. Un guardaroba che conferma l’estetica raffinata, ma sempre comoda e funzionale, del marchio 100% Made in Italy.

Print Friendly, PDF & Email
Mostra social
Nascondi social