Da Giorgio Armani al progetto all-gender di Diesel, torna MFW

Finale di sfilata GAUomo SS2018 - credits Stefano Guindani - Ph Courtesy Giorgio Armani

L’evento in formula “ibrida” tra presenza e digitale prevede 48 incontri9 presentazioni su appuntamento e 6 eventi per un totale di 63 brand in calendario e quattro le sfilate in presenza. Dal 18 al 22 giugno 2021 torna a Milano Moda Uomo. Sfilano lue collezioni Primavera Estate 2022. Tra le novità vede il debutto di Diesel che, con il nuovo direttore creativo Glenn Martens, il 21 giugno presenterà una collezione all-gender.

Milano Fashion Week Men’s Collection Primavera/Estate 2022, segna un graduale ritorno alla normalità attraverso una formula ibrida che include eventi fisici e digitali.

Quattro le sfilate in presenza: Dolce & Gabbana il 19 giugno; Etro il 20 giugno; e Giorgio Armani il 21 giugno con una doppia sfilata nel cortile di via Borgonuovo 21, sede che ospitava storicamente i defilé del marchio.. Inoltre Armani sfilerà in presenza anche con l’Alta Moda Giorgio Armani Privé il 6 luglio a Parigi

Anche per questa stagione, CNMI offrirà la possibilità di seguire l’evento su milanofashionweek.cameramoda.it, la piattaforma che l’associazione mette a disposizione per fruire in modalità digitale di tutti i contenuti della Milano Fashion Week, tra cui sfilate e presentazioni.

“Ci avviciniamo a questa nuova settimana della moda con un’attitudine positiva e ottimista. Il fatto che il governo abbia accolto le nostre richieste poste durante il Tavolo Tessile e Moda del MISE, autorizzando lo svolgimento di fiere in presenza dal 15 giugno, ci ha permesso di confermare le date di Milano Moda Uomo, dando un segnale importante di ripartenza. È un segnale positivo che ci dà modo di organizzare una settimana della moda non solo digitale ma anche con eventi in presenza. Siamo pronti ad accogliere in tutta sicurezza gli operatori di sistema che potranno ricominciare a viaggiare già dal mese di giugno, anche dando la possibilità di effettuare dei tamponi per la stampa e i buyer accreditati,” commenta Carlo Capasa, Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana. “Ringrazio il Comune di Milano che da anni è al nostro fianco come partner istituzionale, con cui condividiamo una grande attenzione rispetto a tematiche come sostenibilità, inclusione e diversità, valori sempre più rappresentati nella nostra città. Grazie alla fruttuosa cooperazione con Confartigianato continuiamo anche a dare sempre maggiore risalto alla preziosissima componente artigianale che caratterizza il sistema della moda italiano. Ringrazio inoltre ICE Agenzia e il Ministero degli Affari Esteri per il continuo supporto nella realizzazione e nella promozione delle nostre iniziative.”

Inoltre, una serie di stanze tematiche ospiteranno progetti speciali. Tra questi, Designer for the Planet, evento alla terza edizione, che raccoglierà le collezioni di alcuni designer emergenti, focalizzati sulle tematiche della sostenibilità.

La piattaforma digitale ospiterà una sezione dedicata agli Showroom virtuali: multi brand o monomarca. Con l’obiettivo di sostenere il messaggio di rilancio del retail, settore duramente colpito in questo periodo di pandemia, Camera Nazionale della Moda Italiana supporta l’iniziativa di The Best Shops: banner digitali sui siti dei negozi associati rimanderanno alla piattaforma della Milano Fashion Week.

 

Print Friendly, PDF & Email
Mostra social
Nascondi social